Crea sito

DIRETTIVE

 

Ordine Generale 1: La prima direttiva
Il diritto di ogni razza senziente di vivere in accordo con la sua normale evoluzione culturale e' considerato sacro. Il personale della Flotta Stellare non deve assolutamente interferire con il normale svolgimento della vita e della cultura aliena. Con interferenza si intende qualunque introduzione di conoscenza o tecnologia superiore in un mondo la cui societa' non e' pronta a riceverle. Il personale della Flotta Stellare non puo' violare questa Prima Direttiva, se non per salvaguardare le proprie vite o la propria nave, o nel caso in cui stia cercando di porre rimedio ad una precedente violazione o contaminazione della cultura in oggetto. Questa direttiva ha precedenza su tutte le altre considerazioni e deve costituire il piu' alto obbligo morale per il personale della Flotta Stellare.

 

Ordine Generale 2
E' fatto divieto assoluto al personale della Flotta Stellare di usare la forza quando non necessario e per alcuna ragione, sia collettivamente che singolarmente, contro membri della Federazione Unita dei Pianeti, i loro rappresentanti autorizzati, i loro portavoce o leader designati, nonche' a quelli di qualunque altra razza non-membro.

 

Ordine Generale 3
La sovranita' di tutti i mondi membri della Federazione deve essere rispettata in tutti i casi e in tutte le situazioni. Il personale della Flotta Stellare deve sottostare alla giurisdizione del mondo membro in cui opera e quindi ne deve osservare e rispettare qualunque statuto, legge, ordinanza e regola. Qualunque violazione di tali regole sara' oggetto di sanzione disciplinare e legale da parte degli organi giudiziari del pianeta in cui tale violazione si e' verificata.

 

Ordine Generale 4
In caso di primo contatto con una forma di vita senziente sconosciuta, il personale della Flotta Stellare deve, mediante linguaggio o gesti, informare detta forma di vita, che al di fuori del proprio spazio esistono molte altre forme di vita senzienti.

 

Ordine Generale 5
In casi e circostanze di estrema emergenza in cui sia in pericolo il benessere dei cittadini della Federazione, speciali rappresentanti della Federazione assumono i poteri dello stato di emergenza. I poteri dello stato di emergenza danno facolta' anche a personale civile di assumere il comando di qualunque vascello Federale, nonche' del suo equipaggio, in accordo con le condizioni di emergenza. Il personale della Flotta Stellare e' sottoposta alla sua autorita' per tutta la durata della crisi.

 

Ordine Generale 6
La richiesta di aiuto o assistenza proveniente da qualunque cittadino della Federazione costituisce priorita' assoluta per il personale della Flotta Stellare. Il personale dovra' immediatamente rispondere a tale richiesta postoponendo qualsiasi altra attivita'.

 

Ordine Generale 7
E' fatto divieto assoluto a qualsiasi nave della Flotta Stellare di visitare il pianeta Talos IV in qualunque caso. Questo ordine e'' prioritari anche all'ordine Generale 6. Qualsiasi trasgressione di questo Ordine Generale potra' essere punito con la detenzione a vita in una colonia penale.

 

Ordine Generale 8
In caso di violazione dello spazio Federale da parte di una forza straniera, il comandante del vascello Federale dovra' determinare le ragioni della violazione. Se vi sono evidenti motivi di ritenere che il vascello ha intenzioni ostili, il vascello federale potra' adottare tutte le azioni atte a salvaguardare la vita e le proprieta' dei membri della Federazione. In questi casi il comandante ha piena liberta' decisionale su come neutralizzare la minaccia. In tutti i casi e' da evitare sempre la perdita, non necessaria, di vita senziente.

 

Ordine Generale 9
Nessun comandante di un vascello Federale, militare o civile, puo' garantire asilo politico a qualunque individuo senza prima aver ricevuto espressa autorizzazione da un rappresentante del governo Federale.

 

Ordine Generale 10
Se esiste la testimonianza di un un ufficiale anziano o qualsiasi altra prova valida, che un individuo della Federazione, abbia violato la Prima Direttiva, egli potra' essere sollevato dal proprio incarico da un rappresentante del governo Federale e posto immediatamente in arresto. I rappresentanti governativi dovranno adottare immediatamente tutte le misure necessarie per minimizzare le conseguenze della violazione.

 

Ordine Generale 11
Gli ufficiali della Flotta Stellare con il grado di Capitano o superiore, hanno piena autorita' per la negoziazione di un trattato con i legali rappresentanti di un governo di un pianeta non Federale. In queste circostanze, l'ufficiale in oggetto acquisisce tutte le facolta' di ambasciatore speciale. Qualsiasi accordo raggiunto in questo modo sara' soggetto all'approvazione del comando operativo della Flotta e dal segretariato della Flotta Stellare.

 

Ordine Generale 12
Gli ufficiali della Flotta Stellare possono violare la Zona Neutrale designata dai trattati, solo in condizioni di estrema emergenza, se tale azione e' necessaria per salvare la vita di cittadini Federali.

 

Ordine Generale 13
Eccetto quando gli ordini dispongono il contrario, gli ufficiali della Flotta Stellare devono rispettare l'integrita' dei sistemi planetari e dei governi indipendenti e non devono violarne gli spazi territoriali.

 

Ordine Generale 14
Gli ufficiali della Flotta Stellare possono intervenire negli affari interni di un pianeta per rimediare alla violazione di un ordine generale o per difendere la vita o la proprieta' di un cittadino della Federazione, solo se ricevono diretto ordine da un ufficiale civile con il titolo di Governatore o superiore.

 

Ordine Generale 15
Nessun ufficiale di alto rango puo' recarsi in una zona potenzialmente pericolosa senza una scorta armata.

 

Ordine Generale 16
Il personale della Flotta Stellare puo' prestare aiuto tecnologico, medico o scientifico ad un membro di una razza senziente sconosciuta solo se tale assistenza non compromette la Prima Direttiva o la sicurezza della Federazione e della Flotta Stellare.

 

Ordine Generale 17
Il Capitano di un vascello Federale deve considerare la vita del proprio equipaggio sacra. In qualsiasi situazione di potenziale pericolo, il Capitano deve anteporre la vita e la sicurezza del proprio equipaggio alla sicurezza della nave che comanda.

 

Ordine Generale 18
Quando accusato di alto tradimento contro la Federazione, il personale della Flotta Stellare puo' chiedere di essere condotto dinanzi alla magistratura Federale. Se assolto, il Comando della Flotta Stellare non potra' riformulare la medesima accusa.

 

Ordine Generale 19
Eccetto i casi di dichiarazione di emergenza, in tutti gli altri casi il personale della Flotta Stellare non puo' convogliare personale o materiale su pianeti o sistemi planetari in cui c'e' fondato motivo di ritenere che tale personale o materiale sara' usato per condurre una aggressione o ledere gli altrui diritti. Quest'ordine si applica indipendentemente ai Pianeti membri e non.

 

Ordine Generale 20
Gli ufficiali e tutto il personale della Flotta Stellare deve adottare tutti i mezzi necessari per prevenire ed evitare la possessione, il trasporto, la vendita, o lo scambio commerciale di creature senzienti tenute in cattivita' contro la loro volonta', lungo i confini dello spazio federale.

 

Ordine Generale 21
Nessun appartenente alla Flotta Stellare, sia ufficiale che civile, puo' offrire i propri servigi ad un governo straniero indipendente senza l'espressa autorizzazione dell'Assemblea della Federazione.

 

Ordine Generale 22
Nel rispetto delle liberta' individuali e della liberta' di espressione, considerate sacre, il personale della Flotta Stellare puo' discutere privatamente, e quando vuole, la politica e le decisioni adottate dai propri rappresentanti governativi, a patto che tali discussioni non interferiscano con i loro ordini e doveri e non violino questi ordini generali o le leggi della Federazione.

 

Ordine Generale 23
Quando ad un ufficiale anziano di un vascello federale o di una base stellare, vengono presentate valide prove che un rappresentante della Federazione sta violando o ha violato anche in passato, la Prima Direttiva, l'ufficiale potra' sollevare dal proprio incarico l'accusato ed assumere tutti i poteri necessari per lo svolgimento delle indagini.

 

Ordine Generale 24
Se un ufficiale comandante ha fondato motivo di ritenere che una persona o gruppo di persone possano costituire una minaccia per il personale della Flotta Stellare o per i cittadini della Federazione, deve adottare tutte le misure necessarie (incluso l'uso della forza) per neutralizzare tale minaccia.

 

Ordine Generale 25
Civili e militari sotto custodia del personale della Flotta Stellare durante una condizione di estrema emergenza, devono essere trattati come si conviene al rango che possiedono, a patto che questo trattamento non comprometta la sicurezza della Federazione o della Flotta Stellare.

 

Ordine Generale 26
Nessun membro di una nave o di qualunque altra installazione a terra puo' essere ritenuto diretto responsabile per le azioni dei propri superiori. Similarmente, nessun membro di una nave o qualunque altro personale della Flotta Stellare, potra' subire la sanzione disciplinare inflitta al suo comandante se tali individui non erano direttamente coinvolti in tali azioni.

 

Ordine Generale 27
Nessun membro della Flotta Stellare puo' richiedere di cambiare assegnazione o incarico per la prolungata separazione dalla famiglia se i membri della famiglia possono essere imbarcati sulla nave o su qualsiasi altra installazione federale.

 

Ordine Generale 28
Nessun ufficiale comandante puo' essere rimosso dal proprio incarico di comando a meno che egli non compia completi atti ritenuti ingiustificabili da almeno tre ufficiali anziani. Comunque tra questi ufficiali dovrebbero esserci il Primo Ufficiale, l'Ufficiale Medico Capo, il Consigliere, e un ufficiale inferiore della sezione comando.

 

Ordine Generale 29
La primaria responsabilita' del comandante di una qualsiasi nave o installazione federale, e' la salvaguardia e il benessere del proprio equipaggio, incluso qualsiasi civile. Nessuna azione che possa inutilmente mettere in pericolo la sicurezza di questi individui, deve essere intrapresa, tranne quei casi connessi ai doveri e al servizio che si sta svolgendo.

 

Ordine Generale 30
Il Comando della Flotta Stellare riconosce il diritto di ogni comandante di vascello federale di interpretare le specifiche della Prima Direttiva considerando tutte le condizioni degli altri ordini generali che si stanno applicando al caso in esame, e sulle molteplici circostanze che si possono presentare quando si incontra per la prima volta una nuova razza senziente.

 

Ordine Generale 31
Le condizioni e le specifiche della Prima Direttiva devono essere invariabilmente applicate a tutte le specie senzienti scoperte, indipendentemente che abbiano origini naturali o artificiali.

 

Ordine Generale 32
Eccetto che nei casi di estrema emergenza, nessun comandante della Flotta Stellare e' autorizzato a viaggiare con il proprio vascello ad una velocita' maggiore di Curvatura 5 senza una espressa autorizzazione pervenuta dal Comando della Flotta Stellare.

 

Ordine Generale 33: Direttiva Omega
I Capitani della Flotta Stellare e gli ufficiali superiori devono salvaguardare la sicurezza del quadrante dalla minaccia Omega. A questo fine, in qualunque momento i sensori rilevino la possibile presenza di Omega nelle vicinanze di una nave si dovra' immediatamente entrare nella "Condizione Omega". Facendo cio', si dovranno bloccare le registrazioni di tutti i sistemi della nave, navigazione, sensori, tattico e propulsione. Solo il Capitano della nave, o l'ufficiale superiore, potra' sbloccare la condizione Omega. L'accesso ai dati dei sensori riguardo gli effetti di Omega saranno protetti con un codice di sicurezza di livello 5. Quando Omega e' stata verificata il Capitano della nave dovra' contattare immediatamente il Comando di Flotta. Nessuna informazione deve essere rivelata all'equipaggio della nave. Tutte le altre priorita' sono annullate fino a quando la minaccia non sara' neutralizzata. La Prima Direttiva se necessario puo'' anche essere compromessa durante questa missione. La gravita' della situazione fa si che le altre direttive passino in secondo piano. Se il rispetto della Prima Direttiva puo' costituire un seppur minimo ostacolo alla sicurezza, la sua violazione e' autorizzata e consigliata. Se il Comando della Flotta per qualsiasi ragione non puo' essere contattato, la priorita' sara' la distruzione di tutte le particelle Omega trovate. Non ci devono essere registrazioni computerizzate delle letture dei sensori e il contenuto del diario personale del Capitano deve essere criptato o cancellato.